La doppia fila

da | Ott 9, 2019 | Tecnica

 

Ciao a tutti ragazzi, oggi volevo spiegarvi il concetto della DOPPIA FILA durante una corsa ciclistica.
Perché qualcuno mi ha chiesto di spiegarla.
Ed io lo faccio molto volentieri.
La Doppia Fila  permette tecnicamente ad un gruppo di ciclisti di viaggiare ad alta velocità risparmiando più energia possibile.
Di solito viene adottata in tentativi di fuga con almeno un margine di vantaggio di almeno 15/20 secondi, oppure nelle azioni di inseguimento da parte di un gruppo di ciclisti  su un altro gruppo posizionato più avanti.

Se avete iniziato a gareggiare nelle categorie giovanili, avrete sicuramente dimestichezza con la doppia Fila. Ma se vi siete avvicinati al mondo delle gare di ciclismo e delle Gran Fondo in età più adulta, per voi questo concetto potrebbe risultare un po’ più complesso da capire.

Spesso in gare amatoriali vedo che non si ha la minima idea di che cosa sia la Doppia Fila.
I primi in posizione non hanno difficoltà perché solitamente la praticano ed anche piuttosto bene.
Dietro vedo spesso inseguimenti e situazioni di 7/8/10/12 atleti dove ognuno tira per conto suo, in mezzo ad altri, ma senza collaborare minimamente tra di loro per avanzare e conquistare la vittoria.
Il risultato solitamente sarà che tutti si affaticheranno e non produrranno nemmeno una fase di inseguimento valida, anzi andranno a perdere sempre più tempo,sprecando energie e non prenderanno più i ciclisiti e i gruppi di ciclisti che si sono già staccati. 
La conclusione?  Si rallenta la velocità e si e’ fuori dai giochi  e non si è nemmeno capito perché davanti vanno forte e noi invece no.

Il Concetto di Doppia Fila non deve essere una SFIDA, ma ben si un modo intelligente di collaborazione con altri ciclisti per fare meno fatica.

Qui sotto  vi allego alcune foto dove potrete avere un idea “meccanica” e pratica di come funziona.

 

Gli inglesi la chiamamo “Pace line” linea del ritmo, noi invece Doppia Fila ma è la stessa cosa. Per comprendere di cosa si tratti ci possono essere di grande aiuto anche le trasmissioni in diretta delle corse dei Professionisti, poiché ogni volta che c’è una fuga in atto da parte di un piccolo gruppo di ciclisti, vedrete che questi pedalano in Doppia Fila.

Osservate con attenzione come procedono su due file parallele e il modo metodico, veloce e a rotazione continua, con cui si danno il cambio. E come rientrano veloci sulla scia del compagno che lo passa, riducendo al minimo i tempi “morti”.

Spesso la Doppia Fila la si fa con le mani nella parte bassa del manubrio, questo per avere più’ velocità, una presa maggiore e più sicurezza. Inoltre, in caso di brusca frenata, avrete  le dita sempre pronte sulle leve dei freni. 
Poi si procede così:
Stare molto vicino alla ruota del compagno davanti per avere piu’ scia e sprecare meno energie.
Quando si arriva alla prima posizione si può alleggerire la marcia di un dente.
Terrà più alta la velocità il compagno che vi passerà.
Ritornerete con una marcia più dura al vostro prossimo turno in prima posizione.
Questo è il metodo della Doppia Fila.
Ma ATTENZIONE,in tutto questo serve una discreta pratica,  freschezza, ma soprattutto sentirsi davvero sicuri di farlo.
Non azzardate simulazioni in allenamento.
C’è già abbastanza traffico e si rischia di dare noia e intralcio alle auto.
Provate in gara,almeno avremo una situazione di sicurezza maggiore.

Nella foto di copertina  sono io alla  Vuelta 2009 (Alto de Aitana) in  una fase dove la strada sale leggermente e l’atleta dietro di me è leggermente distante.
A parte quello, ricordo di una lunga fuga ed un ottima sincronizzazione con i compagni.
Ed una bella Vittoria finale per me per distacco.

Ricevi via mail una notifica ogni volta che un'articolo viene pubblicato.

Pin It on Pinterest

Share This