L’inverno del ciclista

da | Nov 8, 2019 | Tecnica

Come affronta l’inverno un ciclista?
Considerando che molti prendono parte alle gare in un periodo di tempo che va da Febbraio ad Ottobre, il mese di Novembre si dovrebbe prendere una giusta pausa per ricaricare le batterie.

Qui esistono molte filosofie riguardo al riposo invernale.

Alcuni si fermano una settimana, alcuni quindici, altri venti e chi addirittura (casi limite) un mese.
Va un po’ a discrezione dell’atleta. In questo periodo si fa tuttaltro di solito. Magari 10 giorni di completo relax per poi inserire uno sport alternativo alla bicicletta.
Corsa a piedi, nuoto, sci, pattinaggio e mountain bike sono gli sport più gettonati che ho visto praticare nel tempo. La cosa importante da sapere è che andrà integrato assieme allo sport alternativo la palestra.
La palestra è utile per due cose : Riequilibrio muscolare e potenziamento mirato di alcune fasce muscolari che vorremmo potenziare.
Macchinari ed esercizi a corpo libero accompagnati sempre anche da stretching finale aiuta tantissimo. Poi c’è anche chi la Palestra proprio non la fa perché la reputa non importante e non ritiene dia  benefici. Qualcuno dice addirittura danneggi, altri non possono farne a meno perché la ritengono importante.


Personalmente nella mia carriera ho affrontato entrambe le preparazioni,con e senza Palestra. Magari un giorno vi parlerò di questa esperienza e dei risultati ottenuti nei mesi sucessivi, qui nel mio blog. Gli allenamenti in bici inizieranno grosso modo a Dicembre.
Serve lavorare per una ventina di giorni circa in maniera blanda e pianeggiante per creare una base solida.
Dopo di che si effettuerà un Test in laboratorio per stabilire i propri valori del cuore e dei famosi “Watt”. Consiglio vivamente di riservare l’attenzione ai Watt solo dopo metà febbraio quando si ha già una condizione solida.


Molti partono decisi già a Dicembre con il potenziometro sott’occhio e spingono a manetta perché sono e si sentono freschi.
L’inconveniente sarà che a Febbraio/Marzo che sarebbe il momento buono per far riferimento ai Watt, molti sono già stanchi (e magari non ne capiscono il perché, ma in realtà il problema è molto chiaro!).
Consiglio quindi nel periodo invernale di considerare solo il cuore e fare riferimento al buon vecchio cardio frequenzimetro, o di valutare l’utilizzo di rulli avanzati come quelli Jarvis di Magnetic Days (qui il link).


Per arrivare a Maggio e Giugno la strada è molto lunga. Dopo il Test è il momento propizio per i lavori Specifici e gli allenamenti da tabella.
Sperando sempre in un Inverno per lo meno secco e non piovoso per dare continuità alle uscite in bici. Tutto Dicembre e Gennaio saranno importanti per ottenere dei benefici più in la verso Marzo ed Aprile. Insomma con queste poche nozioni si ha già un quadro abbastanza chiaro della situazione.

 

Chi è interessato e volesse approfondire con il desiderio di essere seguito da me, non esiti a compilare il form presente in questo sito e contattarmi, potremo preparare insieme una tabella personalizzata in base alle proprie caratteristiche ed esigenze.

Ricevi via mail una notifica ogni volta che un'articolo viene pubblicato.

Pin It on Pinterest

Share This